Quando ci si può sposare dopo il divorzio

Una domanda che sorge a chi sta per affrontare un divorzio è sapere quando potrà contrarre nuove nozze. Nel dare una risposta si dovrà distinguere a seconda della procedura ossia se trattasi di divorzio consensuale o giudiziale. In tale ultima ipotesi si dovrà attendere che la sentenza di divorzio una volta pubblicata passi in giudicato e quindi che venga trasmessa a cura della cancelleria all'ufficiale di Sato Civile competente.

Nella prima ipotesi, in cui si sia raggiunto un divorzio consensuale, si dovrà a sua volta distinguere la procedura di divorzio congiunto, raggiunto tramite procedura ordinaria davanti al Giudice, che prevede la pubblicazione della sentenza e la successiva trasmissione al comune competente, previa decorso del periodo per il passaggio in giudicato ( sei mesi) richiesto a discrezionalità da diversi Tribunali Italiani e la diversa procedura con la negoziazione assistita con due legali diversi.

Quest'ultima procedura prevede che una volta raggiunto l'accordo di divorzio tra i coniugi, quest'ultimo venga depositato presso la Procura competente.

Ottenuto il nulla osta o l'autorizzazione da parte del Pubblico Ministero, saranno gli avvocati a trasmettere l'accordo munito della autorizzazione all'Ufficiale di Stato Civile competente entro 10 giorni dalla autorizzazione.

L'ufficiale di Sto civile ricevuta la sentenza di divorzio o l'accordo di negoziazione procederà all' annotazione a margine dell'atto di matrimonio e gli ex coniugi potranno considerarsi liberi di contrarre nuove nozze, previe le dovute pubblicazioni.




,

333 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti